Lo stress nascosto. I 10 segnali che lo rivelano. - Anti ansia e stress

Lo stress nascosto. I 10 segnali che lo rivelano.

Non sempre riusciamo ad accorgerci di essere stressati. L’organismo reagisce a una situazione difficile in modo automatico e può capitare di non farci caso. Normalmente quando siamo stressati ci possiamo sentire irritabili, stanchi, nervosi, molto affaticati. Oppure, senza sentirci stressati possiamo cominciare a soffrire di mal di pancia, problemi alla pelle o può venirci un raffreddore. Esistono quindi situazioni di stress più subdole e silenziose, con segnali più o meno evidenti. Se li riconoscete, anche se non vi sentite stressati, significa che è ora di rallentare e cominciare rilassarvi.

1 – Voglia di dolce

In caso di stress l’organismo si predispone ad aumentare i ritmi con la conseguente maggior necessità di carburante di veloce assimilazione: gli zuccheri. Mangiare cibi dolci, inoltre porta alla secrezione di serotonina, un ormone che migliora l’umore e la sensazione di benessere. Ma non fa bene alla linea. È consigliabile in questi casi tenere a disposizione del cioccolato fondente che ha un blando effetto calmante e aiuta a ridurre lo stress.

2 – Crampi mestruali più dolorosi

Lo stress provoca squilibri ormonali che aumentano notevolmente la probabilità di soffrire di crampi mestruali più dolorosi e forti del solito. Cominciare ad allenarsi regolarmente in palestra o svolgere un’attività sportiva può aiutare a ribilanciare lo squilibrio.

3 – Incubi notturni.

Lo stress riduce la qualità del sonno. Potreste fare fatica ad addormentarvi e potreste avere risvegli frequenti nel cuore della notte. L’ansia, le tensioni e le paure che state vivendo nel periodo di stress vengono espresse nei sogni che possono diventare più angosciosi e sgradevoli. Evitate di consumare bevende eccitanti e alcolici prima di coricarvi. Un rimedio naturale consiste nel mangiare una banana accompagnata da un bicchiere di latte 30 minuti prima di andare a dormire.

4 – Bocca dolente

La tensione nervosa fa digrignare i denti e serrare le mandibole, sia da svegli che durante il sonno. Questa valvola di sfogo provoca quindi dolore a muscoli e ai nervi coinvolti nel movimento della tensione mandibolare. A volte questo tipo di dolore può venire scambiato per una nevralgia, mal di gola o mal di denti. Potete chiedere al vostro dentista una protezione da inserire in bocca durante il sonno che aiuta ad evitare di digrignare i denti, perchè è soprattutto dormendo che si verifica questo problema.

5 – Emicrania muscolo tensiva

O emicrania del week end. Sorge quando vi rilassate dopo un periodo stressante. Se siete soggetti a questo tipo di mal di testa significa quindi che siete stati troppo tesi. Non dormire troppo durante il week end, ma al massimo un’ora in più del solito mantenendo il più possibile lo stesso orario aiuta a non scatenare l’emicrania.

6 – Problemi della pelle

La cosiddetta dermatite da stress, un termine usato per definire un insieme di malattie della pelle che si manifestano o peggiorano in presenza di stress. Nelle cellule della pelle sono presenti diversi recettori alle sostanze che vanno nel circolo sanguigno in caso di stress. Tenere a bada lo stress è la prima cosa da fare, ma una volta che la dermatite si è manifestata, un bravo dermatologo potrà consigliare delle terapie mirate.

7 – Prurito

Oltre alla dermatite da stress al punto 6, lo stress può provocare prurito per una maggiore sensibilità delle fibre nervose che viene attivata dai periodi di stress.

8 – Mal di pancia e problemi digestivi

Avete mai notato che gli uccelli quando vengono spaventati defecano? Esiste anche il detto: Mi son c…..o addosso dalla paura. L’apparato digerente è connesso ai meccanismi innescati dallo stress ed è anche strettmente coinvolto nei cambiamenti ormonali e metabolici e quindi si possono innescare tutta una serie di problemi che vanno dalla digestione rallentata,  alla dissenteria.

9 – Peggioramento di allergie

Gli ormoni dello stress stimolano la produzione di immunoglobuline, delle proteine del sangue che provocano reazioni allergiche. Le persone affette da allergie possono subire un peggioramento dei sintomi durante un periorodo di stress.

10 – Gengive sanguinanti

Le persone stressate hanno una maggiore incidenza di disturbi gengivali. Nei periodi di stress prolungato si raggiungono livelli elevati di cortisolo nel sangue. Questo ormone abbassa le difese immunitarie rendendo le gengive vulnerabili ai batteri.
Riducendo lo stress e aumentando la frequenza con cui ci si lava i denti si può tenere sotto controllo il problema.

Che cosa ne pensi di questo articolo?
  • Mi piace molto 
  • Utile 
  • Non è quello che cercavo 

Lascia un commento

Vai alla barra degli strumenti