Tuo figlio è sempre stanco e nervoso? Le tre regole base per eliminare lo stress dai bambini. - Anti ansia e stress

Tuo figlio è sempre stanco e nervoso? Le tre regole base per eliminare lo stress dai bambini.

Spesso irritabili, irrequieti, dormono poco e male, sono aggressivi, capricciosi, sempre stanchi e svogliati. I bambini stressati sembrano non essere capaci di concentrarsi a lungo su qualcosa nemmeno mentre giocano. Assorbono tutta l’energia dei genitori che in certi casi rinunciano ad avere una vita sociale per evitare brutte figure con amici e conoscenti. Le  eterne battaglie per ottenere un minimo di educazione sono sfiancanti. Una serata sul divano davanti alla TV in questi casi è più invitante di qualsiasi altra  cosa.

L’irritabilità e la svogliatezza deriva dallo stress della confusione e dell’incertezza. Ai bambini manca il conforto del confronto costruttivo. Regola numero uno: ASCOLTARE IL BAMBINO. Dedicagli del tempo per ascoltarlo. Mostrati interessato a ciò che dice. (Cerca di esserlo veramente). In questo modo lo aiuterai a conoscersi e a confrontarsi meglio con se stesso. Prendi nota di ciò che gli piace, non solo per ciò che dice ma per come lo dice. Forse neanche lui sa esattamente cosa gli piace davvero e se glielo chiedi potrebbe dirti ciò che pensa tu voglia sentire. Stimolalo a parlarti di se, dolcemente senza forzarlo. Non occorre che il tempo sia tanto, ma è importante che ogni giorno ci sia un momento dedicato all’ascolto.

Viviamo in una società progredita sotto molti aspetti ma che non tutela la spensieratezza e la serenità dei bambini. Lo stress si diffonde ai bambini attraverso le aspettative dei genitori e degli insegnanti. Un ambiente competitivo, scandito da mille impegni. Tutto pre-organizzato, pre-stabilito, pre-standardizzato. Scuola, compiti, sport, gioco, corsi di disegno, pittura, musica, cucina, fai da te, competizione, competizione, competizione. Finito con gli impegni scolastici nel migliore dei casi c’è la rigida programmazione del tempo libero. Un bambino iperstimolato difficilmente sarà un bambino sereno, soprattutto se ha ritmi di apprendimento diversi da quelli offerti. L’ambizione porta a migliorare le prestazioni ma in una persona che non è matura può portare a sviluppare arroganza ed egoismo. La regola numero uno può aiutare a capire se ciò che pensiamo sia meglio per lui, lo sia veramente, oppure sia  solo una fonte di inutile stress. Se i ritmi degli stimoli sono adeguati ai suoi. Se le sue aspirazioni sono mutate o no.

Anche la mancanza di regole, l’eccessiva permissività crea bambini stressati. I bambini non hanno la maturità, la conoscenza e gli strumenti per poter stabilire dei limiti e per valutare i rischi e le conseguenze del tentare di superarli. Per questo c’è bisogno degli educatori che li guidino attraverso regole precise e chiare. La regola numero due: STABILIRE DELLE REGOLE CHIARE ed essere perseveranti nel pretendere che vengano rispettate. Sempre assecondando il suo modo di essere, le sue inclinazioni e i suoi ritmi di apprendimento. Occorre che siano stabilite delle regole chiare e precise a cui anche i genitori devono rimanere fedeli. Meglio poche regole facili piuttosto che tante regole, anche severe, che poi non verranno fatte rispettare. Sia chiaro che le regole possono essere modificate, ma sempre dando una motivazione valida e spiegando perché si è cambiato idea o si è scelto di seguire un’altra regola. Quando il bambino è in età prescolare (4-5 anni) si può praticare il gioco del rispetto. “Io ti do rispetto e mi aspetto che anche tu mi dia rispetto”. O per dirla in altre parole: “impara a non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te”, o “a trattare gli altri come tu vorresti essere trattato da loro”. In questo modo si costringe il bambino a mettersi nei panni degli altri e a comprendere da solo ciò che è sbagliato e i limiti entro cui può interagire con gli altri.

Regola numero tre: ELIMINARE IL PROPRIO STRESS per evitare di trasmetterlo al bambino. I bambini sono molto più sensibili degli adulti nel percepire ed essere influenzati dagli stati d’animo di chi li circonda. Gli educatori e i genitori esercitano una particolare influenza sul loro modo di interpretare la realtà. Un genitore disponibile che mostra dolcezza, amore e sicurezza sarà sicuramente più benefico di uno stressato, stanco e nervoso. Per ridurre subito il tuo stress puoi leggere la DISPENSA gratuita SOS ANSIA cliccando sul link, ed applicare gli esercizi suggeriti. Eliminando il tuo stress sarai in grado di rendere l’atmosfera rassicurante e il rapporto con tuo figlio ne gioverà.
[whohit]-Eliminare stress dai bambini-[/whohit]  

Che cosa ne pensi di questo articolo?
  • Mi piace molto 
  • Utile 
  • Non è quello che cercavo 

Lascia un commento

Vai alla barra degli strumenti