Quando la famiglia ti stressa. - Anti ansia e stress

Quando la famiglia ti stressa.

Si vive una situazione di stress famigliare quando i vantaggi, cioè il piacere, la gioia di stare in famiglia sono superati o sovrastati dai disagi e dalle emozioni negative.

Quando anche solo il pensiero di dover rientrare in casa vi fa sentire più stanchi. Quando preferite evitare il contatto fisico o stare in silenzio in presenza dei vostri cari, allora siete tra quelli che vivono la famiglia come una fonte di stress.

Può trattarsi di una situazione momentanea o permanente, in ogni caso sta danneggiando voi e loro. Poter gioire della compagnia e del sostegno dei famigliari è una risorsa importantissima. L’amore, l’affetto, l’ammirazione, l’aiuto e la complicità sono tutte qualità preziose che possono dare grande forza d’animo e conforto nei momenti difficili. Come in tutte le cose, però, occorre ci sia equilibrio. L’amore può rivelarsi possessività, asservimento, oppressione. Si possono creare delle situazioni di dipendenza emotiva, di attaccamento eccessivo che non permettono di esprimere a pieno se stessi e le proprie potenzialità.

La famiglia ideale.

Il vero grande nemico è la propensione ad attaccarsi a un ideale.  Più o meno consapevolmente ci si vuole adeguare e si tenta di far aderire tutti i membri della famiglia a quell’ideale. Purtroppo lo facciamo anche con noi stessi. Ad esempio una madre che vuole per suo figlio il meglio secondo una sua idea di “ciò che è meglio” mentre il vero “meglio” potrebbe essere qualcosa di diverso e mutevole. A sua volta anche la madre può essere vittima della sua idea di “madre ideale”.  Il problema con gli ideali è che non esistono, non sono reali. Sono solo dei parametri che abbiamo stabilito nella nostra testa pechè pensiamo che ci renderebbero felici ma non è così. È esattamente il contrario. Da questi ideali autoimposti non possono che nascere un sacco di fastidi, incomprensioni, stress e sofferenze. Facciamo paragoni con gli standard e le qualità che abbiamo deciso di cercare e non ci accorgiamo delle vere qualità. Sarebbe come decidere di cercare una perla e scartare tutto ciò che non ha l’aspetto della perla, diamanti compresi. È un comportamento piuttosto stupido non trovate?

Cerchiamo di conoscere le persone che ci sono vicine per quello che sono e cerchiamo di apprezzarne le vere qualità. Quando cerchiamo i difetti, orientiamo il nostro pensiero sulle cose negative e cominciamo a vedere solo il peggio. Cercando nell’altro delle qualità ideali immaginarie, non potrete fare a meno di notare quanto le persone reali non siano all’altezza della vostra idea di standard. Piano piano questa visione vi isola e vi fa smette di condividere il vostro stato d’animo. Vi allontana sempre di più.
Se invece vi concentrate sulle qualità positive potrete scoprire cose straordinarie. Avere una visione orientata sul trovare buone qualità negli altri modifica il vostro atteggiamento e permette alle altre persone di esprimersi al meglio. Per farlo si deve imparare a comunicare, sinceramente, con il cuore e con il desiderio di interessarsi veramente alla persona che amate, sia essa un figlio, un genitore o il compagno (o voi stessi). Ascoltare ed essere disposti a comprendere, con la voglia di scoprire la meraviglia che c’è in loro. Non stancatevi mai di conoscere sempre e di nuovo, l’altro, perchè le persone non sono mai statiche ma in continuo divenire. Non focalizzatevi su ciò che vi infastidisce. Ma siate grati delle qualità che vi sono offerte.

[whohit]-Quando la famiglia ti stressa-[/whohit]
Che cosa ne pensi di questo articolo?
  • Mi piace molto 
  • Utile 
  • Non è quello che cercavo 

Lascia un commento

Vai alla barra degli strumenti